Fruveco

QUANDO interveniamo

Problema
FRUVECO S.A è un’azienda nata nel 1986 nella prolifica zona di Murcia e Almería, conosciuta anche come “orto europeo” grazie all’enorme quantità di terreno idoneo alla coltivazione di frutta e ortaggi. Da piccola azienda ortofrutticola, FRUVECO in pochi anni ha saputo trasformarsi in una grandissima realtà internazionale specializzata nella produzione di prodotti vegetali congelati di alta qualità. Punto fermo della sua storia è la grande attenzione prestata ai prodotti, accuratamente scelti e generati secondo politiche di rispetto e protezione ambientale, nonché l’elevato standard tecnologico richiesto a qualunque macchinario inserito nella catena produttiva. Proprio l’attenzione prestata a qualità e tecnologia ha spinto FRUVECO a rivolgersi ad AUTOMHA per la creazione del proprio magazzino automatico, adibito allo stoccaggio del prodotto finito, prima gestito attraverso un piccolo magazzino interno e da logistiche esterne. Questo portava l’azienda a non avere il totale controllo della merce stoccata e a sostenere ingenti spese per la gestione esterna.

Soluzione
Il nuovo magazzino progettato da Automha sorge in una zona differente rispetto al vecchio magazzino e copre un’area di 156x65x44 m. Apparentemente problematica era la necessità di creare un magazzino di grandi dimensioni a bassa temperatura, mal tollerata da sistemi meccanici ed elettronici. Tuttavia, a differenza di altri sistemi presenti sul mercato, le macchine ed i sistemi Automha sono in grado di lavorare da -35C° a +55C° senza modificare le proprie prestazioni, cosa che ha spinto l’azienda spagnola a rivolgersi alla società italiana.
Il magazzino ha una capacità totale di 60.000 posti pallet, e le unità di carico inserite sono di due dimensioni: 1200x800x144 e 1200x1000x144 dal peso massimo di 1000 kg.
Il magazzino è composto da:

  • 26 AUTOSATMOVER per 13 livelli su 2 moduli
  • 4 LIFTER, 2 per modulo, adibiti all’entrata e all’uscita dei pallet in corsia
  • 8 linee di ingresso/uscita bidirezionali
  • 12 navette Rushmover che mettono in comunicazione la zona carico e scarico camion con le linee di ingresso in magazzino
  •  1 zona di scarico automatico camion, caratterizzati da rimorchio allestito con rulliere a bordo. Questi camion giungono dall’area di produzione interna
  • 1 zona di scarico manuale camion provenienti da eventuali produzioni esterne
  • 5 baie di uscita pallet e smistamento ordini, caratterizzate da rulliere a gravità a gestione twin-load. Da qui i prodotti vengono portati in una delle 5 zone di carico camion, dove gli ordini vengono caricati e spediti.

La zona di carico e scarico, spedizione e Rushmover si trova ad una temperatura di -11C°, mentre l’area di stoccaggio effettivo presenta una temperatura di -30 C°. Questo ha permesso di non creare una zona cavedio prima dell’ingresso sulla scaffalatura, poiché l’abbassarsi progressivo della temperatura non genera fenomeni di condensa.

Ad ogni livello di magazzino si può accedere in modo pratico e sicuro grazie ad un ascensore ed una scala di servizio passando attraverso una porta di sicurezza, dotata di sensori che bloccano i movimenti automatizzati del livello quando viene aperta.

Vantaggi
La soluzione con AUTOSATMOVER permette all’azienda di ottimizzare a pieno i propri spazi e di diminuire sensibilmente i tempi di gestione delle manovre di entrata e uscita della merce in magazzino. Inoltre, questa soluzione elimina quasi del tutto la presenza di operatori in area refrigerata, che può comodamente essere gestita dall’esterno attraverso il software di gestione magazzino AWM.
Vantaggio importante è stato quello di poter utilizzare una tecnologia capace di concedere un notevole risparmio energetico ed economico rispetto ad un sistema con AS/RS, rispettando quindi la politica di riguardo ambientale abbracciata da FRUVECO. La soluzione proposta da AUTOMHA permette inoltre di gestire internamente una maggiore quantità di prodotti, garantendone la tracciabilità e il livello qualitativo di ogni fase di produzione e gestione, fino all’arrivo presso i centri di distribuzione; questo permette all’azienda anche notevoli risparmi economici, non avendo più necessità di affidarsi a parti terze.

automhaFruveco 3